Recupero Password
Si conclude con successo la terza edizione del Festival du Temmurre a Molfetta
20 settembre 2022

MOLFETTA – Tra gli elementi che caratterizzano le nostre feste patronali un ruolo di rilievo riveste la musica, che tanta parte ha avuto anche nei festeggiamenti organizzati quest’anno.

Archiviato con successo il Festival Nazionale delle Bande da Giro, ha preso il via la terza edizione del Festival du Temmurre, ossia il raduno di ensemble di bassa musica, promosso dall’associazione Idea Molfetta, presieduta da Francesco Sancilio, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale.

Due le giornate che hanno visto confluire nella nostra città numerosi gruppi.

Protagonista della prima giornata è stata l’applauditissima Banda musicale della Brigata Meccanizzata Pinerolo (Esercito Italiano) che ha proposto capolavori della musica pop, come Thriller di Michael Jackson, Resta Cu’mme e Piove di Domenico Modugno, Azzurro di Adriano Celentano e, ovviamente, le marce istituzionali, concludendo il concerto con Il Canto degli Italiani (Inno di Mameli).

Nella seconda serata, invece, si sono esibiti sette gruppi che, riunitisi in piazza Margherita di Savoia (piazza Cappuccini) hanno attraversato le vie cittadine sino a raggiungere corso Dante.

Molto apprezzata l’esibizione, nell’area antistante la cattedrale Santa Maria Assunta, dei bravissimi sbandieratori del gruppo “Civitas Mariae” di Capurso. Sulla cassa armonica si sono succeduti i gruppi Bassa Musica Città di Ginosa (Taranto), Bassa Musica Città di Carbonara (Bari), Bassa Musica Città di Mola (Bari), Bassa Musica Città di Terlizzi (Bari), Bassa Musica Città di Laterza (Taranto) e, infine, Bassa Musica Città di Molfetta. Ciascuno ha proposto due brani, che hanno spaziato da O surdato nnamurato a La prima cosa bella, da Tanti auguri (Raffaella Carrà) a Rosamunda, da Vitti na crozza alle marcette che accompagnano i momenti festosi delle nostre città.

Non è mancato il commosso ricordo di Vito Guerra, artista di strada originario di Carbonara, noto per aver riportato in auge il personaggio di Piripicchio.

Il momento più intenso è stato sicuramente il gran finale, con la frenetica esibizione di tutti i musicisti riuniti sotto la cassa armonica, suonando all’unisono.

Riconoscimenti sono stati consegnati ai referenti di tutti i gruppi partecipanti, in particolare, per Molfetta, sono stati premiati Aldo Gargano e Corrado De Ceglie, responsabili delle due formazioni cittadine, poiché, come ha sottolineato il presidente Sancilio, tra le due ensemble è nata una grande collaborazione. Lo stesso presidente ha, inoltre, voluto rendere omaggio al decano (per attività musicale) tra i musicisti, membro della Bassa Musica Città di Terlizzi.

Grande apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso dall’assessore alla Cultura del Comune di Molfetta Giacomo Rossiello e dal presidente del Comitato Feste Patronali Leonardo Siragusa, oltre ad essere testimoniato dagli applausi degli spettatori.

La serata si è conclusa con un breve spettacolo di fuochi d’artificio.

«Ci rivediamo l’anno prossimo – ha aggiunto il presidente Sancilio – Si conoscono già le date: 15 e 16 settembre».

@Riproduzione riservata

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet