Recupero Password
Numeri importanti per siti culturali ed eventi a Molfetta tra dicembre e gennaio
Torrione Passari
19 gennaio 2023

 MOLFETTA - Sono oltre 8.000 i visitatori, che dall'8 dicembre all'8 gennaio, hanno scelto i siti culturali di Molfetta. I numeri più importanti si registrano per la Sala dei Templari, il Torrione Passari e la Chiesa della morte. A seguire Pulo e Museo civico del Pulo con una presenza apprezzabile di persone arrivate da fuori città. I numeri, ufficiali, sono stati registrati dall’info point turistico e confermano una trend positivo che va avanti ormai da tempo e che va di pari passo con l’aumento, in città, di b&b, ma anche con l’esigenza, da parte di privati, di dare vita ad un albergo diffuso.

«Senza ombra di dubbio, il cartellone degli eventi predisposto a ridosso delle festività di inizio e fine anno – commenta l’assessore alla cultura, Giacomo Rossiello - e la caratura e lo spessore delle associazioni che hanno partecipato, hanno contribuito al raggiungimento di questi risultati. D’altra parte i concerti e gli eventi nelle chiese hanno fatto registrare il sold out. Degno di nota anche lo straordinario successo ottenuto dal Presepe vivente organizzato presso la Basilica e l’Ospedaletto dei Crociati che ha fatto registrare una presenza di 7.000 persone. L’alto gradimento riservato agli eventi culturali ci consentirà di programmare al meglio i prossimi cartelloni».

«Molfetta ha sempre apprezzato gli eventi culturali e la conferma, qualora ce ne fosse stato bisogno, arriva proprio dai risultati ottenuti in queste settimane e anche le attività proposte dal commercio nel periodo natalizio dall’assessore Minuto, hanno contribuito a rendere viva la città. Certo – aggiunge il Sindaco, Tommaso Minervini - si può e si deve fare sempre di più. Molfetta si sta aprendo ad una stagione davvero florida da un punto di vista economico e deve essere pronta anche ad accogliere un numero di visitatori e di presenze sempre più elevato. Una prova generale saranno gli Assoluti di atletica che si terranno a luglio. Le nostre bellezze architettoniche, la nostra storia, i nostri monumenti, le bellezze naturalistiche, di cui il nostro territorio è ricco, la nostra tradizione gastronomica sono in grado di intercettare le nuove forme di turismo che puntano sull’esperienzialità, sulla riscoperta delle tradizioni, sulla cucina, sulla unicità di una città da vedere e vivere».

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet