Recupero Password
Molfetta come la Romagna? Il reale rischio idrogeologico che incombe, ma nessuno ci crede. Una città urbanisticamente violata, col sindaco in affanno con i suoi alleati sul nuovo numero della rivista “Quindici” in edicola da alcuni giorni
02 luglio 2023

MOLFETTA - Il nostro territorio cittadini è a rischio idrogeologico per la sua fragilità e la presenza di ben 13 lame che, in caso di alluvione, possono diventare pericolosi fiumi in grado di travolgere tutto.

Ecco perché “Quindici” con il numero in edicola da alcuni giorni, ha dedicato il primo piano proprio al rischio idrogeologico e al fatto che a Molfetta nessuno crede a questo pericolo che viene sottovalutato.
Non si può aspettare che accada una tragedia come avvenuto in Romagna per avviare opere che possano prevenire un evento che provocherebbe danni e vittime.

Finora le ipotesi di intervento non appaiono sufficienti o valide: non è un caso che le opere di mitigazione idrauliche non sono condivise dall’Autorità di bacino e ci sono iniziative giudiziarie, come quella del Tar che hanno ordinato la sospensione delle opere.

Ma, come rilevano i proprietari delle aree espropriate, l’amministrazione comunale, ignorando gli avvertimenti e le sentenze, vuole andare avanti.

“Quindici” ha sentito l’assessore all’Urbanistica Sergio de Candia, ma anche esponenti politici e ambientalisti. Sul prossimo numero di luglio, approfondiremo l’argomento, con alcuni risvolti giuridici anche del Tribunale amministrativo.

Di fronte a questi rischi idrogeologici l’amministrazione, anziché rafforzare la Protezione civile, ne ha diminuito i fondi, una decisione contro la quale hanno reagito le forze politiche di opposizione.

Altro argomento riguarda la dura critica espressa dalla consigliera comunale Annalisa Petruzzella (lista civica “Insieme per Molfetta” che fa capo al consigliere regionale Saverio Tammacco) anche a nome di altre liste civiche che ha attaccato il sindaco.

Vediamo nel dettaglio i contenuti della rivista mensile cartacea in edicola, con la bella copertina di Mauro Germinario dedicata al nuovo parco Baden Powell, una bella realtà in cantiere da troppo tempo: l’atteso editoriale del direttore: “Un uomo solo al comando”, tema al quale è dedicata anche la vignetta del nostro Michelangelo Manente.

Pericolo alluvioni, l’assessore de Candia: “siamo pronti a fare le opere di mitigazione”. L’assessore (Anna Capurso) sparita: dimissioni o scontro di potere? Maggioranza in pezzi; Molfetta libera, no al bilancio: “questo non è un paese per giovani”; Rinascere: Rischio idraulico e ferite sociali, queste le vere priorità; Il Pd: guerra fratricida al calor bianco. “Un uomo solo al comando”; Sallustio: Rischio idrogeologico, sicurezza, sviluppo economico, temi sconosciuti al sindaco; Mastropasqua: sindaco in affanno e sempre più confuso; Infante: Molfetta una città urbanisticamente violentata.
Per la cronaca parliamo della scoperta degli ispettori del Nirs: Assunti per fare le pulizie all’ospedale e “magicamente” diventati impiegati.
Nella cultura: “Salvemini prima e dopo l’approvazione della “legge Acerbo” di Marco Ignazio de Santis. Gaetano Salvemini e Beniamino Finocchiaro, le borse di studio delle quali ci parla Beatrice Trogu che scrive anche sullo spettacolo di Lisa Manosperti dedicato a Mia Martini per la Fondazione Valente. Luci e ombre: un percorso tra arte e ricerca, mostra nella Sala dei Templari: la recensione di Gianni Antonio Palumbo. Gli appunti di storia di Corrado Pappagallo sono dedicati alla “controra” nel porto di Molfetta e ai maestri d’ascia. L’Orchestra filarmonica pugliese regina in Capitanata. I racconti Salomè di Marisa Carabellese e Pezza nera di Francesco Tammacco. All’ombra del successo, non solo l’entusiasmo di Cosmo Damiano Pappagallo. Zaccaria Gallo ci parla del dissenso dal potere “Ovidio, il poeta scomodo”.
Per la cronaca: Molfetta si riappropria del parco Baden Powell di Isabella de Pinto. Alessandro Manzoni incontra la scuola Manzoni. Il “Collettivo La Rocca” festeggia i suoi primi 50 anni con una commedia noir “Favette e cecorie”, sold out nelle tre serate. Ma c’è un nuovo rischio stop ai lavori del porto, ma il sindaco smentisce. Concluso con successo il Trofeo del sole.
Infine parliamo di un nuovo talento molfettese Maria Palombella di appena 17 anni, ma ricca di successi e riconoscimenti.

“Quindici” vi aspetta in edicola per regalarvi un mese di cultura e di informazione di qualità. Contribuite a salvare la stampa locale, acquistate la rivista in edicola.

“Quindici” quello che gli altri non dicono

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet