Recupero Password
Il sindaco di Molfetta vanta la Smart City e giustifica il ritardo. Ora al via le opere. Incompiute?
31 dicembre 2022

MOLFETTA – La famosa “smart city”, la città intelligente resta sempre nei sogni del sindaco di Molfetta. Tommaso Minervini la vanta e giustifica il ritardo nella realizzazione delle opere per cause di forza maggiore imprevedibili e inimmaginabili. Insomma, la giustificazione della Molfetta negativa, i cui reali problemi dalla criminalità, all'abusivismo alla cementizzazione selvaggia, ai veri bisogni della gente, restano ignorati? Far vedere quello che non c'è? Dalla politica del fare a quella dell'apparire.

Certamente al di là di una capacità amministrativa tutta da dimostrare, sta il fatto che Minervini è fortunato ad aver ereditato prima i fondi del porto lasciati dal sindaco Azzollini e oggi ad avere a disposizione quelli del Pnrr.

Malgrado queste “fortune” lo spreco di denaro pubblico è evidente, come è evidente l’eredità di “cantiere perenne” lasciata dall’ex assessore ai lavori pubblici Mariano Caputo alle prese con i suoi problemi giudiziari. Uno scandalo che non ha mai preoccupato il sindaco, come se fosse accaduto in un’altra città. La “smart city” rischia di essere ricordata come una delle più confuse e pasticciate azioni amministrative degli ultimi anni.

Questa premessa ci appare doverosa per introdurre l’ennesimo comunicato stampa diffuso dall’ufficio propaganda dell’amministrazione “ciambotto2”.

Ecco il comunicato del sindaco, in attesa della replica delle opposizioni di destra e di sinistra: «Il futuro di Molfetta è smart. Il 15 dicembre scorso è stato sottoscritto l’inizio dei lavori per la realizzazione della Smart city.

Nelle prossime settimane saranno realizzati interventi sulla pubblica illuminazione con la sostituzione delle vecchie lampade con lampade intelligenti a basso consumo energetico; sarà implementato ulteriormente il sistema di videosorveglianza con l’introduzione di telecamere di ultimissima generazione e, laddove necessario, la sostituzione di quelle esistenti. Tutte le telecamere avranno una regia unica; sarà attivata una app che consentirà ai cittadini di segnalare, di informarsi, di accedere ai servizi della Pubblica amministrazione e ad una serie di altri servizi, direttamente dal proprio smartphone.

Gli interventi saranno effettuati per step e coinvolgeranno, tutti gli apparati della pubblica amministrazione comprese le partecipate.

“Abbiamo creduto da sempre sulla realizzazione della smart city. Poi – commenta il Sindaco, Tommaso Minervini, con tutti gli assessori - questioni più grandi di noi e assolutamente imprevedibili, oltre che inimmaginabili, hanno rallentato un processo che adesso entra nel vivo. Molfetta va incontro al futuro”».
© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2023
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet