Recupero Password
Il candidato Drago che getta la spugna e la rielezione di Minervini come sindaco di Molfetta in primo piano sull’ultimo numero della rivista “Quindici” in edicola
01 agosto 2022

MOLFETTA - “Il potere logora chi non ce l’ha”, è questo il titolo significativo dell’atteso editoriale che potete leggere nella rivista mensile “Quindici” in edicola, dedicato alle dimissioni del candidato sindaco Lillino Drago a Molfetta.

A Drago è dedicata anche la bella vignetta di Michelangelo Manente dal titolo emblematico “Lillino politico per caso”.

E il fatto che l’ex magistrato abbia gettato la spugna è proprio il caso politico del momento, quasi da far passare in secondo piano la rielezione del sindaco Minervini.

“Quindici” pubblica le dichiarazioni dello stesso Drago dopo la sconfitta, quando aveva annunciato “Noi non molliamo” e poi ha cambiato idea, dimettendosi e lasciando tutti nello sconcerto.

Il candidato sindaco sconfitto con una lettera a pochi intimi, ha annunciato le dimissioni, senza spiegarle ai suoi elettori e nemmeno a “Quindici” alle cui domande si è rifiutato di rispondere.

Certamente un comportamento sorprendente, che conferma quanto “Quindici” aveva previsto, considerando improbabile questa candidatura.

Sempre in primo piano un’analisi del voto di Giacomo Pisani: “Cosa ci dice la vittoria di Tommaso Minervini” e le reazioni a questa elezione da parte di Maralfa: Minervini, non siamo una massa di caproni idioti e Natalicchio: Eletto solo per un pugno di voti.

Non poteva mancare l’intervista al nuovo sindaco. Minervini a “Quindici”: una campagna elettorale violenta, ma ora riprendiamo il cammino

Insomma, per capire tutto quello che è successo e quello che accadrà a Molfetta, dovete leggere “Quindici”, quello che gli altri non dicono.

Significativo anche il titolo in sovrapposizione alla bella copertina estiva di Mauro Germinario: “Minervini è Molfetta”, un sindaco senza eredi.

Anticipiamo anche i nomi di chi entrerà in consiglio comunale, prima dei probabili cambiamenti per le dimissioni di coloro che saranno nominati assessori e i cui nomi restano ancora incerti, anche per il timore di molti di assumere incarichi delicati, dove una firma sbagliata, potrebbe provocare un avviso di garanzia.

E le cose si complicano, dopo la nuova ondata di politici, funzionari, imprenditori indagati, un’inchiesta che fa tremare il Palazzo e c’è chi dice che non è finita.

Le altre notizie: morto a Roma lo scrittore molfettese Dino Claudio, sempre alla ricerca del significato dell’esistenza.

Salvemini e il luttuoso bimestre luglio-agosto 1922 di Marco Ignazio de Santis; La lunga notte dell’eclissi, l’ultimo libro di Tommaso Montanari, recensito da Ignazio Pansini; Le campane delle chiese di Molfetta, oggetto di requisizione durante la guerra 40-45 in un articolo di Corrado Pappagallo.

Il racconto: l’assedio di Marisa Carabellese. Gianni Antonio Palumbo recensisce l’ultima mostra di Raffaele Ferrero a Molfetta, mentre Maurizio Sancilio racconta la sua esperienza di giurato di un concorso di poesia.

Antifascisti molfettesi: oltre 200 oppositori politici escono dall’oblio grazie a Ignazio de Marco che ha scritto un bel libro che è stato presentato al Rotary di Molfetta (articolo di Isabella de Pinto). Sempre al Rotary la prof.ssa Rosella Castellano ha parlato dei danni all’economia italiana per la guerra in Ucraina (articolo di Angelica Vecchio), mentre Gaetano Grillo ha parlato della sua pittura e ha ricevuto la massima onorificenza del Rotary, la Paul Harris Fellow dal presidente Felice de Sanctis, che ha donato un defibrillatore alla cooperativa Oasi 2 che si occupa di assistenza ai migranti. L’archeologo Nicola de Pinto ha parlato del Pulo e delle sue meraviglie, mentre Francesco Tammacco nei racconti del vento ha scritto “Il pozzo di Orfeo” dedicato ad Antonio Andriani, morto in un incidente cadendo proprio in un pozzo.

Il bellissimo spettacolo della Fondazione Valente con Fabrizio Bentivoglio che ha raccontato Ennio Flaiano è oggetto dell’articolo di Beatrice Trogu.

Le pagine dei concerti sono dedicate all’orchestra Filarmonica Pugliese per “Piano & friends” e il “Concerto d’oro” e all’Alter Chorus che ha inaugurato la stagione estiva, come ci racconta Paolo Gadaleta. Infine Sara Mitoli ha scritto un articolo sugli spettacoli della Dance Company.

Come sempre un numero interessante di “Quindici” che vi terrà compagnia nei mesi di luglio e agosto.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet