Recupero Password
Consegnati riconoscimenti agli armatori protagonisti della sagra a mare a Molfetta Archiviata l'edizione 2022, si inizia a lavorare per il 2023
24 settembre 2022

MOLFETTA – «A nome dell’Amministrazione ringraziamo gli armatori che sono l’anima di questa festa, oltre al Comitato Feste Patronali; il presidente Leonardo Siragusa e i suoi collaboratori hanno fatto uno sforzo immenso. Molfetta è tornata a grossissimi livelli con questa festa della Madonna dei Martiri»: a dirlo il vicesindaco Nicola Piergiovanni, intervenuto alla breve cerimonia di consegna dei riconoscimenti da parte del Comitato Feste Patronali agli armatori delle imbarcazioni che hanno portato la statua della Madonna e gli armatori del motopeschereccio che si è aggiudicato il premio per il migliore allestimento.

Il presidente Leonardo Siragusa ha fatto un bilancio dei festeggiamenti, i primi dopo le limitazioni legate alla pandemia. Ha sottolineato come anche le attrezzature legate alla festa, negli ultimi anni, si siano rovinate: «È stato necessario riallestire un nuovo palco, tenendo anche conto di nuove norme di sicurezza». Ha tenuto a ringraziare l’Assopesca e, in particolare, gli armatori che hanno avuto il coraggio di partecipare e lodato la solidarietà che hanno dimostrato quando gli armatori del motopesca sorteggiato hanno scelto le altre due imbarcazioni partecipanti come damigelle.

Ha evidenziato la forte crisi in cui versa il settore della pesca.

Gli ha fatto eco Domenico Facchini, dell’Assopesca, rimarcando come abbiano lavorato da un anno per comprendere in quale maniera affrontare la festa, e sottolineando l’importanza dell’Amministrazione comunale e della sinergia tra Comune di Molfetta, Assopesca e Comitato Feste Patronali poiché la festa è festa dell’intera città ma senza i motopescherecci non avrebbe senso.

Sono poi state consegnate le targhe di riconoscimento agli armatori Domenico Facchini e Giuseppe Zaza (Morfeo), Vito Camporeale e Anna Paparella e figli (Niagara), e Tommaso, Crescenzo e Ignazio Farinola (Mimmo).

Per il miglior allestimento è stato premiato l’armatore Angelo Giancaspro (Madonna dei Martiri 2)

Con il rientro in Basilica del simulacro della Madonna dei Martiri si è conclusa la festa patronale ma non l’impegno del comitato.

«Il Comitato inizia a essere solo colui che collega i vari attori che rendono bella la festa – ha concluso il presidente Siragusa – Questo porterà Molfetta ad avere risultati sempre più importanti. Da domani si inizia a lavorare per la prossima festa».

@Riproduzione riservata

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet