Recupero Password
Banca Popolare di Bari condannata a risarcire 27mila euro a un azionista di Molfetta di 92 anni "Azioni vendute dalla banca senza prestare una corretta informativa al cliente e senza valutazione sull'adeguatezza dell'investimento"
28 gennaio 2023

 

MOLFETTA - Vittoria contro la Banca Popolare di Bari. Il Tribunale di Trani, con una sentenza depositata il 26 gennaio scorso, ha condannato la banca a risarcire oltre 27.000 euro a un risparmiatore 92enne di Molfetta, indotto ad acquistare le azioni dell'istituto barese senza che gli fosse stata fornita un'adeguata informativa sulle caratteristiche dell'investimento.

"Siamo molto soddisfatti per questa pronuncia del Giudice, Dott. Giuseppe Rana - commentano gli Avvocati Antonio e Giulio Calvani, dell'Unione Nazionale Consumatori, che hanno difeso in giudizio il risparmiatore molfettese - dal momento che conferma completamente la nostra tesi e cioè che la Banca ha venduto a tappetto questi titoli a rischio elevato, non svolgendo alcuna corretta valutazione sull'adeguatezza dell'investimento proposto ai risparmiatori e senza informarli dei rischi cui potevano andare incontro. Nel caso deciso dal Tribunale di Trani, addirittura, al momento dell'acquisto sollecitato dai funzionari della Banca, il risparmiatore in questione, oggi novantaduenne, aveva 85 anni e non aveva alcuna conoscenza o competenza in ambito economico e finanziario. Eppure la Banca non ha esitato un momento a indurlo ad acquistare le sue azioni che, poi, nel giro di qualche anno si sono completamente azzerate, facendogli perdere tutti i suoi risparmi, faticosamente messi da parte in una vita di lavoro per potersi garantire una vecchiaia serena. Oggi finalmente è stata fatta giustizia".

"Questa sentenza del Tribunale di Trani - proseguono gli Avv.ti Calvani - è molto importante anche perché, in modo puntuale e approfondito, ribalta un precedente orientamento dello stesso Tribunale che, con un diverso Giudice, aveva in passato rigettato una analoga domanda proposta da un risparmiatore. Possiamo dire con soddisfazione, quindi, che anche il Tribunale di Trani si schiera dalla parte dei risparmiatori "traditi" e azzerati, come già fatto in numerose altre pronunce favorevoli, su vicende analoghe, anche dai Tribunali di Bari, Brindisi, Taranto e Lecce".

"Noi ci auguriamo che la Banca Popolare di Bari anche alla luce di questa pronuncia, metta in campo delle iniziative in grado di risarcire e indennizzare tutti i risparmiatori coinvolti, altrimenti - concludono gli Avvocati Calvani - non potremo far altro che continuare la nostra battaglia nelle aule di Tribunale".

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2024
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet