Recupero Password
Aneb, successo della Lucia di Lammermoor con l’Alter Chorus a Molfetta
04 novembre 2022

 MOLFETTA - Un amore tragico, sofferto, ostacolato. Lucia ed Edgardo, rampolli della nobiltà, eredi di famiglie da sempre in lotta tra loro, un amore sofferto, nascosto.

Questa è l’estrema sintesi di un’opera, Lucia di Lammermoor, la più conosciuta di Donizetti, un’opera impegnativa che ambienta la storia d’amore in un contesto, la Scozia del XVI secolo, flagellato da conflitti.

E non si può che constatare, se mai ce ne fosse bisogno, che di talento, competenza e coraggio il maestro, Antonio Allegretta, direttore dell’Alter Chorus, è ampiamente dotato.

In una serata organizzata dall’ANEB, sezione di Molfetta, preseduta dal prof. Michele Laudadio, l’opera è servita.

Marilena Gaudio, Gianni Leccese, Antonio Stragapede, Onofrio Salvemini, Paolo Gadaleta, Grazia Coppolecchia, Giovanni de Bari i protagonisti sono loro con il maestro Emanuele Petruzzella al pianoforte.

L’auditorium della Chiesa “San Filippo Neri” è gremito.

Non c’è da stupirsene: l’esecuzione, magistralmente diretta dal maestro direttore Allegretta, è in piena simbiosi con le voci del coro Alter Chorus.

Il talento del maestro Emanuele Petruzzella al pianoforte accompagna le voci soliste.

Marilena Gaudio è Lucia. La sua esecuzione trasmette il pathos di una donna che ama Edgardo, interpretato da Gianni Leccese, un amore in cui ha creduto, che serba nel cuore, nutrendo fiducia incondizionata fino a quando il perfido fratello Enrico, interpretato da Antonio Stragapede, con la complicità di Raimondo, interpretato da Onofrio Salvemini, mette in atto un piano per far sì che Lucia creda di essere stata tradita.

La sintonia tra protagonisti dell’opera è palpabile, si avverte ed Il resto è un plauso, che avvolge il coro Alter Chorus, gli interpreti, il maestro Emanuele Petruzzella e il direttore Antonio Allegretta.

Una serata per ritrovarsi e ritrovare l’amore per l’opera, un’arte che non deve rimanere opzione di un’élite ristretta ma che deve essere “alla portata di tutti”, come un patrimonio comune.

L’Aneb docet.

© Riproduzione riservata

Autore: Beatrice Trogu
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2022
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet